Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC)

IL CNAPPC, oltre a svolgere le attività istitutive di tenuta dell’Albo e di Magistratura di secondo grado (presso la quale si possono appellare le sentenze deontologiche emesse dagli Ordini provinciali) si rapporta con Governo e istituzione sulle leggi e le problematiche riguardanti la Professione.
L’attività di approfondimento delle tematiche professionali è perseguita dal CNAPPC attraverso specifici dipartimenti che si occupano, tra l’altro, dei rapporti con le altre professioni italiane, con le omologhe europee ed internazionali e con il mondo dell’imprenditoria, dell’associazionismo e della politica.  Le politiche sulla professione sono condivise dal CNAPPC con il sistema ordinistico italiano, formato dai 105 Ordini provinciali, ed i loro raggruppamenti regionali come Federazioni e Consulte, attraverso periodici incontri e focus tematici che hanno il loro naturale sbocco nelle Conferenze Nazionali degli Ordini che, indicativamente, si tengono quattro volte all’anno. Il lavoro preparatorio di tali Conferenze, coordinato da una Segreteria formata da tre presidenti provinciali, è svolto dalla Delegazione Consultiva su base regionale, che si tiene con cadenza mensile od anche più frequentemente, a seconda dell’urgenza dei temi da affrontare, nella quale vengono attivati tavoli di lavoro su temi specifici della professione.
 
Attraverso la Conferenza e la Delegazione gli Ordini comunicano tra loro e con il Consiglio Nazionale mettendo a punto iniziative comuni condivise che possano essere utili non solo agli Architetti italiani, ma soprattutto alle comunità di cittadini di cui essi fanno parte.
Il CNAPPC si è fatto carico dell’importante lavoro di definizione ed affinamento delle tematiche relative alla riforma delle professioni, accreditandosi presso le Istituzioni quale interlocutore estremamente affidabile: in accordo con lo spirito del DPR 137/2012 ha provveduto all’emanazione di un nuovo Codice Deontologico ed al regolamento per la Formazione in conseguenza delle disposizioni Comunitarie e nazionali sull’obbligo di assicurare un percorso formativo per l’intero iter professionale.
Il rapporto con il CNAPPC e con la rete degli altri 105 Ordini provinciali è quindi diretto, forte e proficuo, anche in relazione ai rapporti extra istituzionali che l’organismo nazionale ha avviato con alcuni soggetti della filiera dell’edilizia, declinati poi a scala territoriale a totale vantaggio del lavoro degli architetti come, ad esempio, le iniziative svolte di concerto con ANCE e Legambiente sulla Rigenerazione Urbana Sostenibile (RI.U.SO), da cui sono fra l’altro discesi diversi provvedimenti legislativi.
Il CNAPPC ha un proprio sito sul quale è possibile assumere le notizie sulle attività più recenti del sistema ordinistico e sui provvedimenti in materia di professione; la rivista digitale “L’Architetto”, disponibile gratuitamente su tablet (negli store per Ipad e Android) e consultabile sul sito dedicato, aggiorna con cadenza mensile sulla professione e sulle problematiche connesse al mondo della progettazione in Italia e all’estero. Il CNAPPC pubblica anche una rivista POINT Z.E.R.O. a cadenza trimestrale dove vengono affrontati i temi della sostenibilità ambientale, disponibile gratuitamente su tablet (negli store per Ipad eAndroid) e consultabile sul sito dedicato.
 
Perché scegliere un architetto