Federazione

La Federazione è un’associazione su base volontaria, costituita nel 1987 che ha sede presso l’Ordine di Bologna. A tal fine l’Ordine di Bologna mette a disposizione gratuitamente gli spazi all’interno delle propria sede, dove si svolgono le riunioni periodiche dei membri dell’associazione e dove opera un’impiegata con contratto part-time i cui compensi sono corrisposti in quota parte da tutti gli Ordini appartenenti alla Federazione.
La Federazione riunisce gli Ordini degli Architetti PPC di Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Rimini e Reggio Emilia.
Per quanto riguarda la quota in carico all’Ordine, il dato è disponibile all’interno dell’apposito quadro del bilancio d’esercizio.
La Federazione è un organismo mirato a definire le politiche e le problematiche della professione con valenza regionale, a coordinare le attività dei diversi ordini relativamente a manifestazioni ed eventi finalizzati alla promozione della qualità del progetto, a fornire il proprio contributo nei tavoli istituiti dal CNA nell’ambito della Delegazione Consultiva.
Naturali interlocutori sono la Regione Emilia Romagna, il CNAPPC, gli altri Ordini Professionali, le associazioni di categoria e gli enti pubblici e privati a carattere regionale. La Federazione si compone di un Comitato Esecutivo formato dai presidenti degli Ordini Provinciali, nell’ambito del quale vengono eletti un Coordinatore, un segretario ed un tesoriere, cariche con durata annuale prorogabile.
Ogni componente possiede una delega specifica, coordinando le relative commissioni istituzionali e gruppi di lavoro che si formano su temi specifici con durata prestabilita. Il Comitato si riunisce ogni qualvolta si ritenga utile per esaminare problematiche comuni, e comunque almeno una volta al mese.
Attualmente il coordinatore della Federazione per il biennio 2014-2015 è l’Arch.Paolo Marcelli, Presidente dell’Ordine Architetti P.P.C.di Forlì.
In occasione del sisma 2012 la Federazione ha fortemente contribuito alla selezione su base curriculare e all’invio di volontari appositamente formati allo svolgimento di sopralluoghi e diagnosi, oltre che al coordinamento dei colleghi provenienti da altre regioni italiane. Complessivamente gli architetti che la Federazione ed il Consiglio Nazionale hanno coordinato sul posto sono stati 236, per complessive 1.524 giornate, fornendo il contributo in merito alla valutazione ed alla schedatura dei danni prodotti dagli eventi sismici; inoltre per le verifiche speditive, effettuate su richiesta dei singoli Comuni, sono stati impiegati 450 architetti volontari locali.
Perché scegliere un architetto