Adesione alle Forze di Completamento volontarie

I crescenti impegni internazionali delle Forze Armate e la concreta applicazione del processo legislativo che ha portato alla sospensione della coscrizione obbligatoria e l'introduzione di nuove figure professionali quali i militari di truppa volontari in ferma breve o prefissata, hanno ridato vigore al settore delle Forze di Completamento Volontarie. Esso è composto da militari in congedo (Ufficiali, Sottufficiali o Militari di Truppa) che all'atto della cessazione dal servizio o successivamente, hanno fornito la propria disponibilità al richiamo.

L'adesione alle Forze di Completamento Volontarie non comporta il richiamo automatico, ma inserisce il nominativo dell'interessato in una banca dati, da cui si attinge per le eseigenze di completamento degli organici di Enti o Reparti. Il rapporto d'impiego con il "riservista" è a tempo determinato ed è basato sulla volontarietà al richiamo da parte dell'interessato. La rescissione da tale rapporto è, pertanto, attuata con immediatezza a seguito di domanda.

Una particolare categoria delle Forze di Completamento Volontarie è costituita dalla Riserva Selezionata. Trattasi, più specificatamente, di personale di entrambi i sessi ed in possesso di peculiari professionalità (consulenti legali esperti in diritto internazionale, medici, interpreti, ingegneri, architetti, giornalisti, ecc.) che, a domanda e senza concorso, può, senza aver mai svolto alcun servizio militare, acquisisre la nomina ad Ufficiale di completamento ai sensi del D. Lgs. 30/12/1997, n. 490, ed in tale veste partecipare, ad esempio, alle missioni all'estero.

Per maggiori informazioni contattare:
Col. Gian Piero Frascaroli 051 333354
caufreclr@cmebo.esercito.difesa.it
Perché scegliere un architetto