Gli ''strumenti'' di Emilio Sereni

Parma - dal 15 ottobre al 13 novembre 2011

La Biblioteca Archivio Emilio Sereni dell'Istituto Alcide Cervi ha il piacere di invitarvi Sabato 15 ottobre alle ore 10.30 alla Biblioteca Palatina di Parma all'inaugurazione della mostra
GLI “STRUMENTI” DI EMILIO SERENI
CONTESTI SCIENTIFICO-LETTERARI PER LA STORIA DEL PAESAGGIO AGRARIO ITALIANO

con la lectio magistralis di Carlo Tosco, Politecnico di Torino

intervengono
Chiara Visentin, curatrice della mostra, Università di Parma - Istituto Alcide Cervi
Luisa Rossi, Università di Parma
Gabriella Bonini, Istituto Alcide Cervi Biblioteca-Archivio Emilio Sereni

con i saluti istituzionali di
Andrea De Pasquale, Direttore Biblioteca Palatina
Rossella Cantoni, Presidente Istituto Alcide Cervi
Franco Salvadori, Presidente Società Geografica Italiana
Carla Di Francesco, Direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell'Emilia Romagna
Pier Luigi Ferrari, Vice Presidente Provincia di Reggio Emilia

Le Celebrazioni Sereniane 2011, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica italiana, organizzate a cinquant’anni dalla pubblicazione di Storia del paesaggio agrario italiano di Emilio Sereni (Laterza 1961) si aprono con questo importante appuntamento per continuare a novembre con un Convegno internazionale a Gattatico (Re) e una Mostra iconografica a Roma.
La mostra in Palatina è incentrata sul fondamentale testo di Emilio Sereni Storia del paesaggio agrario italiano, pubblicato cinquant’anni fa dall’editore Laterza. Ampio excursus sincronico e diacronico, esso racconta il territorio della nostra nazione attraverso i suoi paesaggi.
La particolarità del metodo di Sereni (1907-1977), storico dell’agricoltura e politico, è la multidisciplinarità delle fonti, letterarie, scientifiche e iconografiche, che si coglie in special modo analizzando il suo vastissimo archivio, oggi raccolto presso l’Archivio-Biblioteca Emilio Sereni.
Sereni con peculiari caratteristiche organizza la catalogazione: suddivisa in ordinati faldoni tematici (più di 700) una grande quantità di saggi, estratti, documenti, ritagli e compendi di libri, giornali, riviste, fotocopie di documenti, immagini, riproduzioni di fotografie e di opere artistiche rare o notissime. Un materiale di enorme interesse, fonte inesauribile di dati e stimoli per coloro si dedicano allo studio del paesaggio, che siano storici, agronomi, architetti o ingegneri, geografi, archeologi.
Storia del paesaggio agrario italiano nasce da questa conoscenza “enciclopedica”: è interessante quindi approfondire la scelta della “selezione” bibliografica citata nel testo sereniano. Essa proviene da poemi e brani letterari, trattati di agronomia, di politica e di scienze varie, testi di diritto, comprende sincronicamente i più svariati periodi storici.
La mostra presenta, suddividendola in sette sezioni tematiche, questa selezione, esibendola attraverso i materiali dal raro patrimonio bibliografico custodito dalla Biblioteca Palatina di Parma e dalla Biblioteca-Archivio Emilio Sereni di Gattatico, presso l’Istituto Alcide Cervi. I volumi in esposizione sono più di 70, tra antichi e moderni. In mostra anche alcuni manoscritti e dattiloscritti originali di Emilio Sereni. 

Date e orari di apertura della mostra
15 ottobre – 13 novembre 2011
lunedì-venerdì 9.00-13.00 / 15.00-18.00 e sabato 9.00-13.00
ingresso gratuito


Allegati

Perché scegliere un architetto